LIBERTY GIROVAGANDO:IL BELLO DELL'EUROPA di Barbara Magni

Galleria fotografica Liberty/Art-Nouveau/Jugendstil: immagini di Barbara Magni architetto e Passoni Raffaele fotografo,colte visitando,soprattutto in moto,l'Europa

Home / LIBERTY GIROVAGANDO: IL BELLO DELL'EUROPA / ITALIA / MONZA 1

Il Liberty a Monza assume un'accezione diversa rispetto alla vicina Milano, fortemente influenzato dall'eclettismo lombardo, da stilemi ottocenteschi e dalla nuova architettura di regime. Questo si nota soprattutto in interventi tardo-liberty dove si assiste ad ornamenti grevi di tradizione romantica ben lontani dalle maioliche e dagli ornamenti in ferro battuto leggeri, tipici del liberty. Da evidenziare l'influenza dello stile Margherita di Savoia, prima regina d'Italia, donna dotata di sensibilità artistica e di intuito politico,che riscosse forte apprezzamenti dal popolo e dalla borghesia, fino alla nascita di un vero e proprio "culto della regina", il cosidetto “Margheritismo”, esteso a tutte le forme espressive. La Villa Reale,originariamente residenza arciducale estiva degli Asburgo, con l’Unità d’Italia divenne Reggia Sabauda, dono di nozze del re Vittorio Emanuele II al principe Umberto ed alla consorte Margherita e, la Regina, nelle opere di ammodernamento della Reggia, diede un'impronta significativa col suo stile raffinato che la borghesia monzese fece suo. La presenza della Regina Margherita di Savoia in Villa Reale,luogo preferito di villeggiatura estiva dei Savoia, condusse al proliferare, in suo onore, di margherite stilizzate negli ornati delle nuove architetture monzesi, anticipando la stagione liberty italiana. Nacque così un nuovo stile che si può soprattutto cogliere nei villini borghesi costruiti nelle strade laterali di viale Cesare Battisti e di viale Regina Margherita (le strade principali che portano alla Villa Reale), ornati di elementi fitomorfi, ed, in particolare, di margherite stilizzate. Gli stessi si trovano anche in alcune architetture nel centro di Monza. ______________________________________________________________________________________________ Liberty in Monza assumes a different meaning than the nearby Milan, strongly influenced by Lombard eclecticism. This is especially noticeable in the late-liberty interventions with ornaments from romantic tradition well away from the tiles and the iron ornaments, typical of liberty. To highlight, the influence of the Margherita of Savoy style, first queen of Italy, woman with artistic sensibility and political intuition, which received strong appreciation from the people and the bourgeoisie, until the birth of a real "cult of the Queen" , the so-called "Margheritismo", extended to all forms of expression. Villa Reale, originally a summer residence of the Habsburg Archduke, with the unification of Italy became the Savoia Palace, a wedding gift of King Vittorio Emanuele II to Prince Umberto and his wife Margherita and the Queen, in the works of modernization of the Palace, gave significant impression with its refined style loved by the Monza bourgeoisie. The presence of Queen Margherita di Savoia in Villa Reale, favorite summer resort of the Savoia, led to the proliferation, in his honor, of stylized daisies (margherite) which adorned the new architectures in Monza, anticipating the Italian liberty season. Thus was born a new style that we can grasp especially in the bourgeois villas built in the side streets of Viale Cesare Battisti and Viale Regina Margherita (the main roads leading to the Royal Villa), adorned with phytomorphic elements, and, in particular, of stylized daisies . We can find the same elements in some building in the town centre.

0 commento

Numero di pagine viste (miniature o immagini) : 106548
Consultazioni degli ultimi 10 minuti : 10
Numero di pagine consultate negli ultimi 60 minuti : 35
Numero di consultazioni ieri : 3
Numero di visitatori nelle ultime 24 ore : 5
Visitatori degli ultimi 60 minuti : 1
Visitatore(i) recente(i) : 1