LIBERTY GIROVAGANDO:IL BELLO DELL'EUROPA di Barbara Magni

Galleria fotografica Liberty/Art-Nouveau/Jugendstil: immagini di Barbara Magni architetto e Passoni Raffaele fotografo,colte visitando,soprattutto in moto,l'Europa

Home / LIBERTY GIROVAGANDO: IL BELLO DELL'EUROPA / ITALIA / CASTROCARO TERME - PADIGLIONE DELLE FESTE 19

L'edificio fa parte de "Il complesso Art decò delle Terme",realizzato negli anni Trenta e Quaranta, è composto dal Padiglione delle Feste, dal Grand Hotel e dal Padiglione termale. Il Padiglione delle Feste è, si distingue per eleganza e raffinatezza nel panorama nell’architettura razionalistica italiana del Ventennio. Venne inaugurato nel 1938;progetto dell'ingegnere Diego Corsani;decorazioni in stile Art-Decò di Tito Chini. L'elegante costruzione, a pianta di tipo basilicale, si articola su due piani, ed è caratterizzata esternamente dal rivestimento in laterizio, con i volumi delineati da modanature in bianco travertino e marmo nero. Assai caratteristica è la facciata, formata da un corpo centrale semicircolare, rivestito in bianco travertino con ampie aperture su due piani, e due corpi laterali, rivestiti con mattoni iridescenti, su cui campeggiano formelle in rilievo a lustri metallici: cornucopie, delfini, anfore. Due eleganti fontane in marmo verde completano gli ornamenti della facciata. In alto campeggia la scritta "PADIGLIONE", ai cui lati sono due grandi formelle che rappresentano la Maternità. All’interno dell’edificio si trova un'ariosa e scenografica entrata semicircolare, dominata da due ampie scale elicoidali collegate tra loro da una terrazza a sbalzo che prospetta sul salone. Il pavimento è in marmo, con al centro un grande e bellissimo mosaico circolare in formelle di maiolica policroma, riproducenti quattro maestosi galeoni a vele spiegate. Al centro dei quattro mari campeggia la rosa dei venti. La sala è sovrastata da un lucernario circolare a tre fasce concentriche, ornate dai simboli delle costellazioni, dello zodiaco e delle stelle. Segue il salone, di notevole eleganza, utilizzato per feste da ballo, conferenze, proiezioni cinematografiche. La parte terminale del salone, semicircolare e appena sopraelevata, è di grande impatto scenico, ottenuto da due fontane simmetriche in mosaico di tessere dorate e marmo verde, e dal pavimento in formelle di maiolica policroma riproducenti un variopinto fondale marino popolato da pesci di ogni tipo, reali e immaginari. Ai lati del salone sono due gallerie, che mettono in comunicazione con varie sale da gioco e da relax. I motivi decorativi delle varie sale ripropongono elementi classici dell'Art-Decò: delfini, cascate d'acqua, cornucopie, anfore, vasi fioriti, melagrane, segni zodiacali. Tratto da: “Castrocaro, il patrimonio artistico, architettonico e ambientale di Castrocaro, Terra del Sole e Pieve Salutare” , Edizioni Pontevecchio, 2009

0 commento

Numero di pagine viste (miniature o immagini) : 106585
Consultazioni degli ultimi 10 minuti : 17
Numero di pagine consultate negli ultimi 60 minuti : 63
Numero di consultazioni ieri : 3
Numero di visitatori nelle ultime 24 ore : 5
Visitatori degli ultimi 60 minuti : 1
Visitatore(i) recente(i) : 1